Yogi Tea

Infuso Aromatico Piacere del Respiro

  • Formato/Confezione: 17 bustine filtro
    Marca: Yogi Tea
  • Descrizione:
    Il respiro è essenziale per la vita. L'eucalipto contenuto nello YOGI TEA® Piacere del Respiro dà la sensazione che l'intero torace si apra dall'interno, consentendo al prana, ‘l'energia vitale', di espandersi sempre più in profondità dentro di noi. Possiamo respirare di nuovo. Il timo ed il basilico, combinati con le calorose spezie cannella, cardamomo e zenzero, sono delicatamente stimolanti e aggiungono un gusto delizioso. La vera essenza di questo infuso è: "Il respiro è vita".
  • Prezzo: 4,00 €
  •  
  •  
  • Quantità:
  •  
  •  
  •  
  • 8 PuntiPunti MelogranoMelograno
  •  Spedizione Gratuita per ordini superiori a 89 €
  •  Consegna 24/72h, isole comprese
  •  Paga in tutta sicurezza con pagamenti

Certificazioni e caratteristiche

  • Organic
  • Senza Glutine
  • Senza Lattosio
  • Senza Lievito
  • Senza Uova
  • Senza Lievito di Birra
  • Senza Olio di Palma

Descrizione

Il respiro è essenziale per la vita. L'eucalipto contenuto nello YOGI TEA® Piacere del Respiro dà la sensazione che l'intero torace si apra dall'interno, consentendo al prana, ‘l'energia vitale', di espandersi sempre più in profondità dentro di noi. Possiamo respirare di nuovo. Il timo ed il basilico, combinati con le calorose spezie cannella, cardamomo e zenzero, sono delicatamente stimolanti e aggiungono un gusto delizioso. La vera essenza di questo infuso è: "Il respiro è vita".

Consigli d'uso

Per una perfetta infusione, versate dell'acqua appena bollita (300ml) su una bustina. Lasciate in infusione per 4 - 6 minuti, o più a lungo se desiderate un sapore più intenso. Spremete delicatamente la bustina per rilasciare completamente gli ingredienti attivi nell'acqua.

Ingredienti

Eucalipto*, liquirizia*, zenzero*, basilico*, cardamomo*, cannella*, verbasco*, erba medica*, finocchio*, timo*, enula*, estratto di vaniglia*, chiodi di garofano*, pepe nero*, baccello di vaniglia*.

*Da agricoltura biologica.

Ulteriori informazioni

  Eucalipto: Il nome eucalipto è un termine generico per più di 600 diversi alberi e arbusti. Utilizziamo le foglie aromatiche dell'Eucalyptus globulus, albero originario dell'Australia che raggiunge l'altezza di 60 metri, perché hanno un gusto fresco e lievemente amaro.

  Basilico: La "pianta medica reale", come lo chiamavano gli antichi Greci, è giunta in Europa settentrionale nel XII secolo. Il suo aroma deliziosamente speziato dà il meglio di sé tanto nella cucina mediterranea quanto in tè appena infusi.

  Timo: Il timo è una Lamiacea apprezzata come condimento e pianta officinale da secoli. Cresce soprattutto sulle coste del Mar Mediterraneo e ha un aroma spiccato e leggermente erboso. Grazie ai suoi preziosi nutrienti, nel 2006 il timo è stato eletto pianta medicinale dell'anno.

  Liquirizia: La liquirizia è nota come pianta officinale sin dai tempi antichi ed è una delle 50 erbe di base della medicina cinese tradizionale. Ha un potere edulcorante 50 volte superiore a quello dello zucchero e un gusto dolciastro ed erboso. Grazie ai suoi preziosi nutrienti, nel 2012 la liquirizia è stata eletta pianta medicinale dell'anno.

  Zenzero: Da oltre 3,000 anni lo zenzero viene utilizzato in Estremo Oriente come radice e pianta medicinale. Ha un sapore aspro e fruttato e oltre a diverse vitamine contiene anche oli eterici e preziosi minerali.

  Cardamomo: Da secoli il cardamomo è una delle spezie preferite nell'intera regione asiatica e araba. Il suo delicato aroma dolce-aspro destina il cardamomo all'uso in numerosi piatti, dal piccante curry fino agli speziati dolci di Natale. Gli oli eterici ed altri importanti principi nutritivi fanno del cardamomo una delle piante officinali più antiche del mondo.

  Cannella: La cannella è tra le spezie più costose al mondo ed il suo uso come spezia e pianta officinale in Cina risale al 3,000 a.C. La cannella è ricavata dalla corteccia dell'omonimo albero sud-asiatico, ha un sapore dolciastro e oltre ai tannini contiene anche preziosi oli eterici.

  Verbasco: Non solo le sue qualità esteriori, ma anche quelle interne fanno del verbasco un fenomeno davvero particolare. Cresce eretto fino a due metri di altezza e reca luminosi fiori gialli dal sapore lievemente aromatico. Già nel 1999 il verbasco è stato approvato come pianta officinale dell'anno.

  Erba mediaca: Il "padre di tutti i cibi", traduzione del termine arabo da cui deriva il nome della pianta, viene impiegato da secoli per le sue preziose sostanze nutritive. Oltre a proteine, sali e oligominerali, i semi della pianta contengono anche numerose vitamine, fra cui E, K, B6 e D. Il gusto dell'alfalfa ricorda quello delle noci ed è speziato.

  Finocchio: Il finocchio è una delle piante officinali più antiche e noto in tutto il mondo. Appartiene alla famiglia delle Ombrelliferae e da secoli è apprezzato per il suo aroma intenso. Il finocchio ha un sapore dolce-speziato e ricorda vagamente l'anice.

  Enula: L'enula, pianta originaria dell'Asia, in passato era una componente fissa nell'orto di ogni contadino. Sin dal IV secolo d.C. il cuoco romano Apicius scriveva nel suo ricettario "De re coquinaria" che la pianta doveva essere presente in ogni casa "affinché non manchi nulla in quanto a spezie". L'enula appartiene alla famiglia delle Compositae e cresce preferibilmente in prati e campi umidi. Le sue radici aromatiche hanno un sapere leggermente amaro ed emanano un piacevole aroma.

  Vaniglia: La "regina delle spezie" è uno degli aromi più apprezzati al mondo. Della famiglia delle Orchidaceae, è di casa in Messico. Il suo delicato sapore e il complesso processo di lavorazione rendono la vaniglia un condimento e una pianta officinale particolarmente preziosa.

  Chiodi di garofano: I chiodi di garofano sono i germogli dell'Eugenia caryophyllata e noti nelle nostre zone soprattutto come spezie in ricette come il pan di zenzero. Della famiglia delle Myrtaceae, hanno un intenso aroma aspro per cui nell'antica Cina venivano apprezzati quanto l'oro.

  Pepe nero: Il pepe nero, definito spesso "il re delle spezie", è oggi accanto al sale il principale condimento al mondo. Originario della costa indiana del Malabar, ha un intenso sapore speziato che va dal lievemente piccante al piccante. L'antica arte medica dell'Ayurveda consiglia il pepe nero non solo come condimento, ma quale pianta officinale per i suoi preziosi principi attivi.

Ti potrebbe interessare anche